Sostieni il Progetto "La Città al Governo" con il tuo contributo. Scrivici a lacittalgoverno@gmail.com --- Informative: informativa cookies - Trattamento dei dati personali

Chi siamo

Grottaferrata ha bisogno di un’alternativa credibile: un Nuovo Centro Sinistra, al di fuori dei personalismi e delle lotte di potere locali, libero dalla morsa dei capicorrente della politica romana.

Il nostro progetto per Grottaferrata, culturale prima che politico, vuole rappresentare un’idea di città che ribalti gli schemi tradizionali: non un governo per la Città ma “La Città al Governo”.

I problemi che contraddistinguono la vita di una comunità sono caratterizzati da complessità e incertezze e vanno affrontati con strumenti adeguati: flessibilità, apertura e condivisione, saldamente ancorati alla coerenza.

Il nostro progetto politico si ispira a questi concetti chiave:

Discontinuità – Intendiamo marcare una netta distinzione con le coalizioni che hanno governato Grottaferrata fino ad oggi. Sia sul piano del metodo, sempre e solo autoritario, senza capacità di ascolto della società civile, sia nei contenuti troppo spesso schiacciati sulle esigenze delle varie lobby particolari.

Partecipazione – È il metodo di lavoro che intendiamo applicare. Una comunità partecipe, capace di contribuire con le proprie risorse e competenze alla soluzione dei problemi, permette di approdare finalmente ad una città alla guida del suo governo.

Beni comuni – “La Città al Governo” si dovrà caratterizzare per l’incondizionata difesa dei beni comuni, intesa come preservazione dei valori naturali e culturali del territorio, come esaltazione del principio di tutela e come permanente attenzione alla salvaguardia degli interessi della collettività.

Il nostro faro – Il modello di amministrazione al quale ci ispiriamo è quello dei Comuni Virtuosi, un’associazione di comuni italiani che si contraddistingue per aver messo al centro della sua azione sostenibilità – basso impatto ambientale – partecipazione – sobrietà

Qual è il nostro approccio? Siamo convinti che occorra affrontare i diversi temi considerando ognuno di essi come parte di un tutto. La nostra città è caratterizzata dalla sana e robusta interdipendenza dei seguenti elementi: Piano Regolatore, Riqualificazione urbana, Valorizzazione culturale, Terzo Settore per un nuovo Welfare, uso del Tempo libero, Beni Comuni.

Cos’è la politica per noi? La politica è uno spazio che va riconquistato, recuperando il piacere per l’impegno civile e la cura della città, nella convinzione che una comunità partecipe ha gli strumenti per decidere il proprio futuro utilizzando gli istituti della delega con il giusto equilibrio e con l’introduzione di nuovi canali di partecipazione.

Chi siamo? Un gruppo di cittadini, donne e uomini di diversa esperienza, orientamento culturale e provenienza politica, senza interessi da difendere che non siano quelli di tutta la comunità. Abbiamo la volontà di tracciare un percorso decisamente avvincente, consapevoli che “la città al governo” richiede forte solidarietà e costante impegno da parte di tutti.

Quali saranno i prossimi passi? Saranno quelli di tracciare le linee tematiche del “Progetto di Città” che vogliamo costruire. Queste linee tematiche saranno elaborate ed approfondite con il contributo di cittadini, associazioni e gruppi di interesse in apposite iniziative. A tutti i cittadini, direttamente o tramite le loro associazioni, chiediamo di contribuire a questo progetto.

Firmato: Paolo Alessio, Gloria Annovazzi, Veronica Arpaia, Anna Bini, Lorenzo Bongirolami, Mauro Capretti, Ruggero Capulli, Giovanni Caso, Piero Castorina, Rita Consoli, Gianluca Croce, Guido Di Falco, Luigi Fortini, Marco Fortini, Mario Frontani, Gregorio Grande, Marco Maiolatesi, Roberto Maoli, Franco Medici, L. Milano, Claudio Mongardini, Don Franco Monterubbianesi, Anna Parisi, Adele Pepe, Enrico Tullio Pizzicannella, Angelo Putortì, Maria Teresa Rinaldi, Filippo Roncaccia, Massimo Roncati, Giuseppe Scialla, Rita Spinelli, Giuseppina Ventrone