Sostieni il Progetto "La Città al Governo" con il tuo contributo. Scrivici a lacittalgoverno@gmail.com --- Informative: informativa cookies - Trattamento dei dati personali
IL NEMICO DI TUTTI È IL CORONAVIRUS. BASTA CRITICHE E POLEMICHE, FACCIAMO IL NOSTRO DOVERE A SERVIZIO DELLA COMUNITA’

IL NEMICO DI TUTTI È IL CORONAVIRUS. BASTA CRITICHE E POLEMICHE, FACCIAMO IL NOSTRO DOVERE A SERVIZIO DELLA COMUNITA’

L’ordinanza sulla derattizzazione (https://www.comune.grottaferrata.rm.it/ente/albo/2433) ha provocato un fiume di critiche, preoccupazione e disappunto tra i cittadini, oltre al solito sciacallaggio politico, cui non pensavamo dover assistere in tempi così difficili.

Cosa dice in sintesi l’ordinanza: tutti i cittadini proprietari di immobili con giardini o scantinati dovrebbero provvedere con una ditta specializzata, pena una sanzione di 500 Euro.

Orbene, non vi è alcun dubbio che l’ordinanza in questione non sia tra le meglio riuscite visto l’impatto pesante che ne deriverebbe dall’applicazione letterale.

Un tentativo di chiarimento sull’ordinanza e l’informazione ai cittadini sulla situazione del contagio arriva, finalmente, ieri sera, con un videomessaggio del Sindaco.

Un video di 17 minuti sicuramente troppo lungo in cui il Sindaco ha, giustamente, fatto autocritica sulla comunicazione dei numeri; ne ha spiegato le ragioni e ha chiesto di non prendere in considerazione i numeri forniti da fonti non ufficiali, pur lasciandosi andare a nostro avviso a qualche polemica di troppo.

Per quanto riguarda l’ordinanza sulla derattizzazione invece ha fornito una precisazione ancora poco chiara.

Chiediamo per questo al Sindaco di correggerne il testo specificando meglio e rivolgendolo possibilmente solo ad interventi conclamati e strettamente necessari per l’igiene pubblica.

Sappiamo quanto sia difficile in questo momento gestire l’emergenza, con una macchina amministrativa smembrata e svuotata, con l’incertezza delle informazioni che derivano dai soggetti istituzionali coinvolti, con emergenze quotidiane e continue da affrontare.

Preghiamo tutti i soggetti politici di agire tutti insieme in modo discreto ed istituzionale, di essere disponibili alla collaborazione con l’amministrazione, di fornire proposte e suggerimenti, lasciando a chi governa il dovere di assumere le decisioni finali.

Facciamo tutti così, per favore.

Il nostro appello.

Al Sindaco, responsabile della gestione dell’emergenza: stia concentrato sul pezzo, metta da parte i rancori, valuti attentamente le proposte concrete di tutti e comunichi, costantemente, nei tempi giusti di pochi minuti alla volta, la situazione e le azioni in corso. I cittadini hanno bisogno di essere informati, rassicurati, compresi e guidati.

Ai Consiglieri di maggioranza e opposizione: mettiamoci a disposizione, ognuno di noi può fare qualcosa per la cittadinanza e contribuire alla miglior gestione dell’emergenza, remando tutti insieme, sulla stessa barca. Chi polemizza e semina ulteriore panico la smetta e svolga il proprio ruolo di aiutare a rassicurare i cittadini sulle restrizioni necessarie a salvaguardare la salute di tutti.

Alle forze politiche e ai politici locali: se dovete criticare o fare proposte, fatelo “offline”, non strombazzate sui social o sui giornali, non è il momento, così non fornite un servizio, così seminate solo ulteriore panico tra i cittadini. Sarebbe da evitare l’informazione approssimativa, come quella che ha fornito un’interpretazione peggiorativa dell’ordinanza, dicendo che tutte le abitazioni sarebbero coinvolte e seminando un po’ di panico per il personale delle ditte che circolerebbe nelle case (le ditte sono tra quelle ritenute essenziali nel decreto del governo e certamente non opererebbero a stretto contatto con le persone che sicuramente non vivono in giardino o in cantina).