Sostieni il Progetto "La Città al Governo" con il tuo contributo. Scrivici a lacittalgoverno@gmail.com --- Informative: informativa cookies - Trattamento dei dati personali
LA CITTA’ AL GOVERNO SULLE PERIMETRAZIONI

LA CITTA’ AL GOVERNO SULLE PERIMETRAZIONI

La Città al Governo ha espresso, sulle perimetrazioni, un voto favorevole alla presa d’atto dell’insussistenza delle condizioni per la perimetrazione, poiché coerente con le posizioni dichiarate e la trasparenza adottata sull’argomento nel corso degli anni.

Al di là della responsabilità espressa in aula, La Città al Governo è stata chiara da sempre.

Il tema ha suscitato negli anni una grande attenzione da parte della cittadinanza e ha fatto gola ad alcune forze politiche, che lo hanno utilizzato per le proprie campagne elettorali.

Niente di più sbagliato!

Abbiamo sostenuto e continuiamo a sostenere che i fenomeni delle costruzioni edilizie sorte “spontaneamente” hanno prodotto realtà sul territorio che non hanno caratteristiche sufficienti per rispondere ai parametri minimi normativi sovracomunali.

È stato avviato dunque, con responsabilità, un procedimento conclusivo di una vicenda che dura da troppi anni.

Comprendiamo le difficoltà in cui versano alcune delle famiglie coinvolte e sosteniamo anche che la politica abbia l’obbligo di farsi carico del problema, ma, come abbiamo sempre detto, all’interno di una ricognizione totale del nostro territorio, sulla quale abbiamo creduto e lavorato, pur come forza di opposizione, in tutti questi anni. In altre parole, l’unico modo di individuare una via d’uscita è attraverso l’elaborazione del nuovo Piano Regolatore.

Riteniamo inaccettabile l’atto di diffida rivolto al Consiglio Comunale e ancor più grave la reazione di alcuni soggetti presenti in aula, esprimendo solidarietà al consigliere che ha ricevuto addirittura minacce personali.

Scopriamo che molti cittadini sono ancora ignari della complessa e articolata disciplina urbanistica ed edilizia che coinvolge i loro casi, frutto di disinformazione, certamente, e di strumentalizzazione, probabilmente.

La Città al Governo si dichiara concorde nel sollecitare il Presidente del Consiglio a dare seguito agli impegni richiesti in aula, su ogni azione da intraprendere a difesa dell’Organo Istituzionale.

Auspichiamo infine un incontro con i cittadini che vogliano chiarimenti per individuare le eventuali soluzioni ai loro problemi, invitando il Sindaco e la maggioranza a programmare uno o più momenti specifici, per analizzare, pubblicamente e con trasparenza, i singoli casi di chi vorrà partecipare.

Nessun commento sulle forze politiche non presenti in aula all’atto della votazione, i fatti parlano da soli!