Sostieni il Progetto "La Città al Governo" con il tuo contributo. Scrivici a lacittalgoverno@gmail.com --- Informative: informativa cookies - Trattamento dei dati personali
LE NOSTRE DIMISSIONI DA AVVISO PUBBLICO

LE NOSTRE DIMISSIONI DA AVVISO PUBBLICO

La nostra consigliera Rita Spinelli recentemente si è vista costretta alla spiacevole scelta di rinunciare all’incarico di consigliere delegato ad Avviso Pubblico, incarico conferito dal Sindaco a marzo 2018.

Avviso Pubblico è un’associazione di enti locali e Regioni per l’educazione alla legalità, il contrasto alle organizzazioni criminali e l’impegno diretto delle istituzioni territoriali nell’affermazione di regole civili e democratiche e di percorsi di sviluppo che superino le attuali marginalità in cui vivono troppi segmenti della società.

L’adesione all’associazione da parte del Comune era stata deliberata nell’autunno 2017 (vedi delibera CC n.22 del 30.10.2017), con l’approvazione all’unanimità di una mozione presentata da La Città al Governo.

L’approvazione fu colta come un buon segno, un segno positivo di interesse dell’Amministrazione verso queste tematiche.

Purtroppo nei successivi due anni e mezzo la delegata non è mai riuscita ad ottenere un concreto coinvolgimento del Sindaco o della sua maggioranza, nonostante le numerose e dettagliate relazioni sottoposte all’intero Consiglio Comunale sulle Assemblee Nazionali di Avviso Pubblico e il tentativo di aprire una discussione sulle iniziative da intraprendere con i capigruppo che hanno quasi tutti disertato l’incontro convocato a gennaio. L’inerzia e il disinteresse hanno vanificato, di fatto, la partecipazione all’associazione.

Rappresentare il Comune di Grottaferrata presso Avviso Pubblico, in contesti nazionali che vedono il coinvolgimento di tanti territori, presuppone che l’ente tutto sia convinto di dover contribuire al lavoro sui temi della legalità, della lotta alla corruzione e alla mafia, mentre, per fare un esempio, l’Amministrazione non ha neppure colto l’opportunità di presentare l’Associazione ai partecipanti, né di invitare il consigliere delegato, in occasione dell’evento “L’uso consapevole del denaro”, organizzato a ottobre 2019 dallo Sportello intercomunale Antiusura e Sovraindebitamento, in collaborazione con il comune di Grottaferrata.

Neppure il semplice inserimento sul sito istituzionale dell’Ente è stato fatto, nonostante le numerose raccomandazioni rivolte.

È risultata evidente una disattenzione generale, forse anche dovuta al ruolo di delegato esercitato da parte di una forza di minoranza, le dimissioni sono apparse inevitabili.

Ci auguriamo, anche se ne dubitiamo, che queste dimissioni possano accendere una luce e che l’Amministrazione si renda conto degli errori fatti sinora nel trascurare una problematica così attuale e delicata.